LEGGE DI CONVERSIONE DEL DECRETO LIQUIDITÀ

Novità – Decreto Sostegni-bis

Il Decreto Legge Decreto-legge 25 maggio 2021, n.73, pubblicato nella G.U. n. 123 del 25 maggio 2021 (DL Sostegni-bis) ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 le garanzie previste DL Liquidità. A decorrere dal 01 luglio 2021  le garanzie di cui alla lettera m) art 13 comma 1 DL Liquidità (fino a 30 mila euro) sono concesse con copertura al 90%, è stata inoltre estesa la durata massima fino a 180 mesi.

Come funziona il finanziamento?

  • Importo massimo di 30.000 euro richiedibile pari al maggiore tra:
    – il 25% del fatturato totale del beneficiario
    – il doppio della spesa salariale annua del beneficiario (compresi gli oneri sociali e il costo del personale che lavora nel sito dell’impresa ma che figura formalmente nel libro paga dei subcontraenti) per il 2019 o per l’ultimo anno disponibile. Nel caso di imprese costituite a partire dal 1° gennaio 2019 l’importo massimo del prestito non può superare i costi salariali annui previsti per i primi due anni di attività.
  • Garanzia 90% del Fondo di Garanzia
  • Durata fino a 180 mesi, con preammortamento minimo di 24 mesi
  • Il finanziamento non può sostituire una linea di credito o finanziamento preesistente, ed è concesso salvo approvazione della Banca

Chi può richiederlo?

La platea dei beneficiari comprende le PMI, le persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni, broker, agenti e subagenti di assicurazione. La Legge di bilancio 2021 ha esteso la garanzia anche alle società di agenti in attività finanziaria, le società di mediazione creditizia e le società disciplinate dal testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, di cui al decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, identificate dal codice ATECO K 66.21.00.

Con il Decreto Legge Sostegni BIS è nuovamente possibile presentare richieste di garanzia ai sensi dell’art.13, comma 1, lettera m) del DL Liquidità, in favore degli enti non commerciali, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti.


Motivi oggettivi di mancato accoglimento della richiesta

  • Presenza di sofferenza riscontrata alla Centrale dei Rischi di Banca d’Italia sul richiedente o, per il caso di società di persone, su amministratori/soci illimitatamente responsabili.
  • Presenza di protesti, ipoteche giudiziali e/o procedure esecutive mobiliari o immobiliari in corso a carico del richiedente o, per il caso di società di persone, degli amministratori/soci illimitatamente responsabili.
  • Classificazione tra le attività deteriorate o presenza di scaduti superiori a 90 gg. prima del 31 gennaio 2020.
  • Stato di difficoltà del richiedente alla data del 31 dicembre 2019, ai sensi dell’art. 2, paragrafo 18, del Reg. CE 651/2014[1].
  • Impresa in stato di scioglimento o di liquidazione ovvero sottoposta a procedura concorsuale per insolvenza o ad accordi stragiudiziali di esdebitazione.

L’erogazione sarà comunque subordinata al buon esito delle verifiche previste dalla vigente normativa antiriciclaggio e di prevenzione del crimine finanziario, come richiesto dalla Raccomandazione della Banca d’Italia 10 aprile 2020.

La garanzia prestata dal Fondo è gratuita, come previsto dal decreto liquidità e non è richiesta nessuna commissione per le garanzie concesse entro il 31.12.2021.

Per informazioni sui finanziamenti offerti consultare la sezione Trasparenza all’interno del sito www.bccpetraliasottana.it.

Per richiedere il finanziamento è necessario:

– Scaricare compilare sottoscrivere e inviare il modulo di richiesta alla Banca (Clicca qui)

– Scaricare compilare sottoscrivere e inviare l’allegato 4-bis (Clicca qui)

Modalità di presentazione delle richiesta

Il richiedente dovrà poi produrre ulteriore documentazione, in base alla propria forma costitutiva. L’elenco della documentazione necessaria, suddivisa per forma costitutiva, è scaricabile dal seguente link (Clicca qui).

Il richiedente dovrà inviare la richiesta tramite PEC all’indirizzo bccpetralia.liquidita@pec.it o in alternativa tramite mail all’indirizzo moratoria@petralia.bcc.it, avendo cura di indicare nell’oggetto della richiesta la seguente dicitura “D.L. Liquidità – Richiesta finanziamento”, o “D.L. Liquidità – Modifica finanziamento” al termine dell’istruttoria creditizia, sarete ricontattati dalla Banca, al fine di perfezionare il contratto e procedere all’erogazione del finanziamento che sarà disponibile nello stesso giorno della stipula.

Documenti di Trasparenza

– Foglio Informativo Mutuo Liquidità DL Sostegni-bis (Clicca qui)

FINANZIAMENTI A IMPRESE AGRICOLE E DELLA PESCA Operatività specifica nell’ambito dell’emergenza Covid19

In applicazione di quanto disposto dall’articolo 78, comma 2-quinquies, del Decreto-Legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, l’intervento del Fondo di garanzia per le PMI è esteso, senza alcuna limitazione, ai soggetti beneficiari finali che svolgono una delle attività economiche rientranti nella sezione “A – Agricoltura, silvicoltura e pesca”. Pertanto, a partire dal 20 luglio 2020, è possibile richiedere tramite Medio Credito Centrale (MCC) sia le istanze di ammissione alla garanzia diretta che le richieste di ammissione alla riassicurazione, utilizzando la stessa modulistica predisposta per i finanziamenti liquidità per le PMI (Modulo richiesta Banca e Allegato 4-bis Legge di Conversione)

– Scaricare compilare sottoscrivere e inviare il modulo di richiesta alla Banca (Clicca qui)

– Scaricare compilare sottoscrivere e inviare l’allegato 4-bis (Clicca qui)

Modalità di presentazione delle richiesta

Il richiedente dovrà poi produrre ulteriore documentazione, in base alla propria forma costitutiva. L’elenco della documentazione necessaria, suddivisa per forma costitutiva, è scaricabile dal seguente link (Clicca qui).

Il richiedente dovrà inviare la richiesta tramite PEC all’indirizzo bccpetralia.liquidita@pec.it o in alternativa tramite mail all’indirizzo moratoria@petralia.bcc.it, avendo cura di indicare nell’oggetto della richiesta la seguente dicitura “D.L. Liquidità – Richiesta finanziamento”, al termine dell’istruttoria creditizia, sarete ricontattati dalla Banca, al fine di perfezionare il contratto e procedere all’erogazione del finanziamento che sarà disponibile nello stesso giorno della stipula.