Finanziamento Liquidità fino a 25.000 € per le Imprese

Avatar DiBCC San Giuseppe delle Madonie

Finanziamento Liquidità fino a 25.000 € per le Imprese

INIZIATIVA RISERVATA AI CLIENTI DELLA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SAN GIUSEPPE DELLE MADONIE

La lettera m), comma 1, articolo 13 del Decreto Legge 8 aprile 2020, n.23 (DL Liquidità), prevede l’erogazione di finanziamenti erogati da banche a favore di micro, piccole e medie imprese, persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni, la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19.

Per consultare le risposte alle domande più frequenti (FAQ) si rimanda ai chiarimenti rilasciati dal MEF disponibili cliccando qui!

A chi è rivolto

PMI e persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti e professioni la cui attività sia stata danneggiata dall’emergenza sanitaria

Finalità

Liquidità aziendale per acquisto scorte, pagamento fornitori, pagamento spese per il personale, investimenti materiali e immateriali, spese di ristrutturazione e ammodernamento dell’azienda

Forma tecnica e Durata

Mutuo chirografario fino a 72 mesi a rata mensile di cui 24 mesi di pre-ammortamento

Importo finanziabile

L’importo finanziato non può essere in nessun caso superiore a 25.000 euro e deve essere pari al massimo al 25% dei ricavi come risultante dall’ultimo bilancio depositato o dall’ultima dichiarazione fiscale alla data di presentazione della richiesta al Fondo di Garanzia, ovvero, per i soggetti costituiti dal 01/01/2019 da altra idonea documentazione, anche mediante autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000

La misura prevede il rilascio da parte del Fondo di una garanzia diretta pari al 100% sui nuovi finanziamenti concessi in favore di piccole e medie imprese e di persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni.

Per richiedere il finanziamento è necessario:

– Scaricare il modulo richiesta di finanziamento alla Banca (Clicca qui)

– Scaricare l’allegato 4-bis (Clicca qui)

– Foglio Informativo (Clicca qui)

FINANZIAMENTI ISMEA (IMPRESE AGRICOLE E DELLA PESCA)

– Operatività specifica nell’ambito dell’emergenza COVID-19

Anche le aziende agricole potranno chiedere i prestiti di cui all’articolo 13 del Decreto Liquidità” fruendo della garanzia ISMEA.
I chiarimenti e le modalità operative sono state comunicate proprio da Ismea attraverso la circolare n. 2/2020.
Il canale ISMEA costituisce per le aziende agricole un canale alternativo rispetto al Fondo di Garanzia PMI per fruire della garanzia offrendo all’imprenditore agricolo la  possibilità di fruire della garanzia pubblica diretta.

La circolare chiarisce che le garanzie dirette saranno rilasciate gratuitamente:

Restano escluse quelle aziende che , secondo le disposizioni del T.U.B., presentino esposizioni classificate come sofferenze. Saranno ammessi alle garanzie ISMEA i titolari di esposizioni scadute e/o sconfinanti deteriorate purché dette esposizioni risultino successive al 31 gennaio scorso.

I finanziamenti, secondo quanto dispone la norma di riferimento, potranno essere destinati a liquidità e investimenti, alla rinegoziazione del debito e alla rinegoziazione di operazioni finanziarie già perfezionate ed erogate dal soggetto finanziatore da non oltre 3 mesi dalla data di presentazione della richiesta e, comunque, in data successiva al 31 gennaio 2020.

È previsto, inoltre, un periodo di preammortamento di 24 mesi ed una durata massima di 72 mesi.

La garanzia diretta di cui all’art. 13, comma 1, lett. m) arriva al 100% per importi non superiori al 25 per cento dell’ammontare dei ricavi del soggetto beneficiario, come risultante dall’ultimo bilancio depositato o dall’ultima dichiarazione fiscale presentata alla data della domanda di garanzia ovvero, per i soggetti beneficiari costituiti dopo il 1° gennaio 2019, da altra idonea documentazione, anche mediante  autocertificazione ai sensi dell’articolo 47 del D.P.R. n. 445/2000 e comunque per importi non superiori a 25.000 euro.

I produttori agricoli in regime di determinazione del reddito agrario, non dichiarando ricavi ai fini delle imposte sui redditi, dovranno prendere a riferimento il volume d’affari.

Scarica la Circolare 2/2020 ISMEA

Come richiedere:

– domanda di finanziamento per liquidità (scarica modulo)
– dichiarazione sostitutiva di atto notorio del titolare o del legale rappresentante (scarica modulo)
– informativa e consenso privacy ISMEA (scarica modulo)
– documento di riconoscimento del sottoscrittore (o dei sottoscrittori)

Foglio Informativo (Clicca qui)

I moduli vanno compilati dal richiedente, firmati e scannerizzati

Il richiedente dovrà poi produrre ulteriore documentazione, in base alla propria forma costitutiva. L’elenco della documentazione necessaria, suddivisa per forma costitutiva, è scaricabile (Clicca qui)

Infine, il richiedente dovrà inviare la richiesta tramite PEC all’indirizzo bccpetralia.liquidita@pec.it o in alternativa tramite mail all’indirizzo moratoria@petralia.bcc.it, avendo cura di indicare nell’oggetto della richiesta la seguente dicitura “D.L. Liquidità – Richiesta finanziamento”, al termine dell’istruttoria creditizia, sarete ricontattati dalla Banca, al fine di perfezionare il contratto e procedere all’erogazione del finanziamento che sarà disponibile nello stesso giorno della stipula.